Tourist info - Italiano

Kastav (Castua), la citta fortificata con le mura medioevali con le nove torri difensive, e stata costruita sulla cresta del monte carsico (377 metri sopra il livello del mare). E situata nella vicinanza di Opatija (Abbazia – 6 chilometri) e Rijeka (Fiume – 10 chilometri), solo una ventina di chilometri lontano da Rupa, valico di confine croato-sloveno.
 
La storia di Kastav e turbulente. Le scoperte archeologiche conferamno la presenza di una tribu illirica di Japodi nel IX. secolo avanti Cristo sul posto della citta odierna. Dopo, il territorio di Kastav fu governato dai Romani, Ostrogoti, Greci, Longobardi e nel VII. secolo ci si stabilirono i Croati e ci rimasero fino ad oggi.
 
Durante il Medio Evo il potere dela chiesa nel territorio di Kastav appartenne ai vescovi di Pula (Pola), e dalla meta del XII. secolo i padroni temporali furono i conti di Duino (vicino a Trieste) che furono sostituiti da i conti di Walsee nel 1400. Allora fu registrato lo satuto La Legge della Citta di Kastav dell anno 1400, e dal 1465 Kastav e il suo territorio furono presi in possesso dalla famiglia degli Asburghi. Dal 1630 al 1770 il territorio di Kastav appartenne ai gesuiti. Dopo l" abolizione dell" ordine dei gesuiti Kastav e ili suo territorio appartennero alla Camera austriaca di corte. I proprietari di Kastav si alternarono fino al 1848 quando fu proclamata la libeta universale della terra e fu abolita la signoria.
 
Il Novecento e il tempo della rinascita nazionale e della fondazione di un numero di istituzioni culturali che coltivarono la linngua croata e l" identita nazionale. Allora incomincio il lavoro culturale e artistico, che continuo fino ad oggi.
 
Dopo la Prima guerra mondiale Kastav e il suo territorio ebbero il destino di un territorio diviso tra il Regno d" Italia e il Regno di Jugoslavia. Dopo il 1945 furono riuniti con la Croazia nell" ambito della Jugoslavia, e dal 1991 fanno parte della indipendente Repubblica di Croazia che ha restituito a Kastav lo stato di citta.
 
I Croati trovarono la chiesa di Santa Elena della Croce nel VII secolo. Durante il tempo la chiesa con un unica navata fu allargata e nel Settecento fu allargata con due navate. Santa Elena della Croce e la patrona della citta di Kastav.
La torre Žudika, una delle sei torri conservate delle mura, fu il posto di esecuzione delle sentenze emanate dal tribunale civico.
Crekvina e una rovina della magnifica chiesa dell Assunzione della Vergine, che fu costrutita dai gesuiti durante il loro governo nel territorio di Kastav.
Nella piazza di Lokvina, la piazza centrale della citta, e situato un edificio, il Kaštel, costruito probabilmente nel Quattrocento o all" inizio del Cinquecento. Nel Kaštel vissero i capitani che, a nome dei padroni feudali, governarono la citta. Nel 1770 fu fondata la prima scuola elementare pubblica a Kastav, e le lezioni si svolgevano per lo piu nell" edificio Kaštel. Oggi, in una parte dell" edificio rimodernizzato si trova la sede dell" amministrazione municipale. Nella chiesa gotica di corte della Trinita Santa furono scoperti i piu antichi graffiti glagolitici del territorio di Kastav, apparsi nella meta del Cinquecento.
Nell 1551, davanti alla citta fu costruita una loggia, l" unico edificio fuori delle mura in quel tempo. E l" edificio piu grande e meglio conservato di questo tipo nel territorio del Quarnero. Serviva per i consigli, discussioni, processi, ma anche per divertimenti, ed oggi ci si svolgono le riunioni formali del Consiglio municipale di Kastav.
La porta cittadina fu rinnovata nel 1731 e sopra il portale  c" e lo stemma dei gesuiti, del 1769.
Oggetti etnologici sono esposti nella collezione del Museo del territorio di Kastav che si trova sopra la porta cittadina.La citta di Kastav offre ai suoi ospiti diversi modi di ricreazione. Dalla parte settentrionale di Kastav e il boschi Loza e Lužina, un vero paradiso ecologico, attraversato dalla strada pedestre europea E-6 che segue le tracce della antica via Ambra, collegando le coste del Mare Baltico (citta di Flensburg) e del Mare Adriatico.
 
 
Il calendario delle feste annuali piu importanti:
 
GENNAIO, FEBBRAIO, (MARZO) – Pust (Carnevale) – Nel territorio di Kastav si coltivano ancora i costumi carnevaleschi. Il Carnevale comincia il 17 gennaio, il giorno di San Antonio e finisce il giorno delle Ceneri.
 
LUGLIO, AGOSTO – Kastafsko kulturno leto (Estate culturale di Kastav) – Il festival culturale internazionale con mostre e programmi di prosa e musicali che si svolgono sulla scena aperta nella piazza centrale, Lokvina. I programmi scelti vengono eseguiti anche nella chiesa di Santa Elena della Croce.
 
OTTOBRE – Bela nedeja i Beli Pundejak (Domenica bianca e lunedi bianco) – la fiera del vino nuovo. La prima domenica e lunedi di ottobre sono i giorni di festa e di assaggio della nuova «belica», il vino autoctono di Kastav.
 
Si puo arrivare a Kastav con i mezzi di trasporto pubblico:
da Opatija, dalla fermata a Slatina, capolinea 33 e 37
da Rijeka, dalla fermata nella piazza Jelačić, capolinea 18.
 
 
Troverete le specialita della cucina casalinga nei ristoranti di Kastav e nelle sue vicinanze:
 
Restoran KUKURIKU NA FORTICE
Trg Matka Laginje 1/A
051/691 417
Bistro VIDIKOVAC
Put Vladimira Nazora 4
051/691 383
Gostionica ŠPOROVA JAMA
Šporova jama 2
051/691 104
Bistro NERO
Tometići 33 a
051/275 063
Restaurant BONACA
Rubeši 34
051/691 340
Restaurant MIRA
Brestovice 6
051/224 308
Gostionica KALINICA
Jelušići 38
051/256 337
 
 
Potete riposare a Kastav e nei suoi dintorni, perche l" alloggio privato offre delle comode camere ed appartamenti.
 
Informazioni e prenotazioni:



ENTE TURISTICO DELLA CITTÀ DI KASTAV
Trg Matka Laginje 5 - 51215 KASTAV
 
Tel.: +385 (0)51 691 425
Fax: +385 (0)51 691 330
Gsm: +385 (0)99 21 85 901
 
E-mail: tz.grada.kastva@ri.t-com.hr
www.kastav-touristinfo.hr